Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Avvio del procedimento di redazione del Nuovo Piano Strutturale comunale

AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI REDAZIONE DEL NUOVO PIANO STRUTTURALE COMUNALE

Il Comune di Ponsacco, con Deliberazione della Giunta Comunale n. 46/2018, ha dato avvio al procedimento di formazione del nuovo Piano Strutturale e del nuovo Piano Operativo comunali, in osservanza della nuova Legge Regionale 65/2014 "Norme per il governo del territorio".

Il nostro Comune è dotato di due strumenti per la pianificazione urbanistica: il Piano Strutturale approvato nel 2005 e il Regolamento Urbanistico approvato nel 2009, oggi non più efficace per le parti di nuova previsione per la decadenza della disciplina pianificatoria ai sensi dell’art.55 comma 6 della L.R. 1/2005, per decorso quinquennio dell’efficacia. Entrambi sono stati oggetto nel corso degli anni di numerose varianti e modifiche, che rispecchiano i cambiamenti normativi e l’evoluzione socio-economica del territorio.

La necessità di dotarsi di strumenti urbanistici adeguati alla nuova normativa regionale è stata raccolta dall’Amministrazione comunale, che ha deciso di dare avvio al procedimento per la redazione del Piano Strutturale (PS) e del Piano Operativo (PO).

 

COS’E’ IL PIANO STRUTTURALE E QUALI SONO I SUOI OBIETTIVI

Il Piano Strutturale è un documento contenente le indicazioni a lungo termine per la pianificazione territoriale e per la successiva redazione del Piano Operativo.

Fornisce le regole per la conservazione, l’utilizzo e la trasformazione del territorio da un punto di vista urbanistico ed edilizio, tenendo in considerazione soprattutto le sue caratteristiche naturali, demografiche e infrastrutturali.

Sostenibilità” sarà infatti la parola d’ordine del nuovo Piano Strutturale.

 

Gli obiettivi del Piano Strutturale sono sostanzialmente quattro:

  1. Lo studio approfondito e aggiornato del territorio. La conoscenza specifica degli aspetti ambientali, socio-economici, demografici e delle esigenze della comunità è una base di partenza indispensabile per la redazione di un PS su misura per la nostra cittadina.
  2. La semplificazione della struttura dello stesso Piano Strutturale. Un PS semplificato mette in condizione il cittadino di comprendere meglio le regole della pianificazione del territorio e di attuarle con più facilità.
  3. L’adeguamento del Piano Strutturale alle norme regionali contenute nel Piano di Indirizzo Territoriale e nel Piano Paesaggistico Regionale.
  4. L’aggiornamento della parte strategica del Piano, ovvero dei suoi obiettivi e indirizzi. In particolare la suddivisione del territorio comunale in unità omogenee e i criteri per la progettazione degli assetti territoriali saranno rivisti sulla base delle trasformazioni avvenute negli ultimi anni e delle probabili evoluzioni socio-economiche.

 

LE DIRETTIVE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE 

Il rinnovo degli strumenti urbanistici non avviene soltanto sulla base della normativa regionale, ma deve rispettare anche la volontà dell’Amministrazione comunale che ha dettato delle linee guida ben precise fin dall'inizio del proprio mandato:

- una forte attenzione agli aspetti ambientali e paesaggistici

- il contenimento del consumo di suolo

- l’adeguamento delle infrastrutture viarie e l’incentivazione della mobilità lenta

- la promozione degli interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana

- il recupero ed il rinnovo del patrimonio edilizio esistente anche sotto l’aspetto energetico

- il sostegno alle attività economiche locali

- la semplificazione degli strumenti urbanistici e dell’attuazione delle loro previsioni

 

È su queste basi ed in coerenza con la normativa regionale che sono stati definiti gli obiettivi per l’elaborazione del nuovo Piano Strutturale e del Piano Operativo.

 

LE FASI DEL PROCEDIMENTO: ADOZIONE E APPROVAZIONE

Due sono le fasi principali del procedimento di redazione del PS e del PO: l’adozione e l’approvazione. Entrambe avvengono con Delibera del Consiglio Comunale.

Al momento dell'adozione entrano in vigore le norme e misure di salvaguardia.

Successivamente all'adozione, tutti i cittadini, o chiunque abbia interesse, possono presentare Osservazioni ai documenti adottati entro e non oltre 60 giorni dalla data di pubblicazione sul BURT (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana) dell'adozione stessa.

Tutto il procedimento si conclude con l’approvazione del Piano strutturale aggiornato, ed eventualmente modificato a seguito dell'accoglimento di osservazioni e pareri dei cittadini, attraverso un’apposita Delibera il Consiglio Comunale.

Per l'effettiva entrata in vigore si dovrà attendere 30 giorni dalla pubblicazione dell'avviso di approvazione sul Bollettino Ufficiale Regione Toscana (BURT).

Il Responsabile del procedimento è il Responsabile del Settore tecnico Arch. Nicola Gagliardi.

 

ALCUNI TEMI DI PARTICOLARE IMPORTANZA PER LA REDAZIONE DEL PIANO STRUTTURALE

Fra questi sicuramente troviamo:

- L’individuazione del perimetro del territorio urbanizzato, nel rispetto delle strategie di riqualificazione e rigenerazione urbana

- Le previsioni assoggettate a conferenza di copianificazione, in relazione alle ipotesi di trasformazione del territorio rurale

- Le aree degradate e la rigenerazione urbana, entro i cui perimetri possono essere attuati dei piani di recupero e riconversione per il raggiungimento degli obiettivi dell'Amministrazione comunale per uno sviluppo sostenibile, per il contenimento del consumo di suolo e per la riqualificazione urbana.

- Il territorio rurale ed il recupero ambientale e paesaggistico. La qualità del territorio rurale del Comune di Ponsacco, sia in ambito collinare che di pianura, richiede la definizione di una coerente strategia di tutela e di valorizzazione, a partire dagli interventi di recupero e di riqualificazione dei contesti degradati che dovranno essere individuati con procedure ed attenzioni analoghe a quelle riservate alle aree di degrado in ambito urbano.  Il tema riguarda in particolare le zone prossime al sistema insediativo che insieme alle aree adiacenti ai corsi d’acqua e collocate lungo le grandi infrastrutture viarie sono le più colpite da fenomeni di abbandono e di degrado.

 

LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLA FORMAZIONE DEL PIANO STRUTTURALE E DEL PIANO OPERATIVO: ELEMENTO ESSENZIALE DELL'INTERO PROCEDIMENTO

L'informazione e la partecipazione dei cittadini al processo di redazione del PS costituisce un obiettivo al pari di tutti gli altri caratterizzanti il procedimento urbanistico in atto. Il Comune vuole valorizzare il punto di vista dei cittadini, portatori di interessi pubblici diffusi, partendo dal presupposto che chi abita il territorio ne conosce le potenzialità, le mancanze e le risorse. 

A questo scopo esiste la figura del Garante dell’informazione e della partecipazione che ha il compito appunto di assicurare l’informazione e stimolare la partecipazione dei cittadini, singoli o associati, e di tutti i soggetti interessati, pubblici o privati, nelle diverse fasi della redazione di questi documenti.

Ciascun cittadino può rivolgersi al Garante per chiedere informazioni, consultare i documenti e per esprimere la propria idea o proposta sulla scrittura delle nuove regole per la pianificazione territoriale di Ponsacco.

 

Per il Comune di Ponsacco il Garante dell’informazione e della partecipazione è la Dott.ssa Claudia Ciarfella, che è possibile contattare attraverso i seguenti recapiti:

Tel: 0587- 738211

Email: garante@comune.ponsacco.pi.it

Pec: comune.ponsacco@postacert.toscana.it

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina dedicata al Garante dell'informazione e della partecipazione 

http://www.comune.ponsacco.pi.it/uffici-e-servizi/urbanistica/garante-dell27informazione-e-della-partecipazione-per-il-nuovo-piano-strutturale-e-piano-operativo/822

Allegato DElib.n°_46_del_20_marzo_2018_avvio_del_procedimento_PS.pdf (299,99 KB)
Allegato Relazione_avvio_PO-PS_Ponsacco_.pdf (3,97 MB)
Allegato All_Programma_partecipazione_PS-PO.pdf (104,05 KB)
Allegato Doc._preliminare_VAS_Piano_Operativo.pdf (6,74 MB)
Allegato NUOVO_PIANO_STRUTTURALE_DEL_COMUNE_DI_PONSACCO_-_La_comunicazione_del_Garante_e_del_Responsabile_del_Procedimento.pdf (861,82 KB)